LA SCOMPARSA DI ADRIANA TOCCO – IL CORDOGLIO DEL CONAMS

logo-blu-conams-3707132

Il Coordinamento nazionale dei Magistrati di sorveglianza esprime profondo cordoglio per la scomparsa di Adriana Tocco, Garante dei detenuti della Campania, ruolo che ha ricoperto con tenacia e determinazione nella battaglia di civiltà per l’affermazione dei diritti dei detenuti e la ricorda anche quale amica del CONAMS, animatrice e partecipe attenta e appassionata di numerosi convegni ed incontri pubblici.
Sempre attenta al mondo della sorveglianza ed alla giurisdizione per la tutela dei soggetti deboli, ha saputo svolgere, con generosità e determinazione, un’opera di costante stimolo intellettuale per tutti noi.
Lascia un grande vuoto.
Esprimiamo alla famiglia le nostre più sentite condoglianze.
Roma 17 agosto 2017
Il COMITATO ESECUTIVO

Antonietta Fiorillo (Coordinatore)
Marcello Bortolato (Segretario)
Monica Amirante
Linda Arata
Roberta Cossia
Riccardo De Vito
Fabio Gianfilippi (Tesoriere)
Nicola Mazzamuto
Marco Puglia

Protocollo operativo tra federserd e conams – Roma 19 gennaio 2018

logo-blu-conams-3707132

ASSEMBLEA DEL CONAMS
Coordinamento nazionale magistrati di sorveglianza

7 ottobre 2016
ROMA
CORTE DI CASSAZIONE
Aula della Torre
Piazza Cavour

14.30 Introduce Fabio Gianfilippi Segretario Conams

14.45 La sorveglianza e la giurisprudenza della Suprema Corte. Il punto di vista della cassazione: Raffaello Magi, giudice della I Sezione della Corte di cassazione

Il punto di vista della Procura Generale: Paolo Canevelli, sostituto Procuratore Generale presso la Corte di cassazione

15.45 dibattito

16.30 Sandro Margara e Luigi Daga nel trentennale della Legge Gozzini

Saluto di Giovanni Canzio Primo Presidente della Corte di cassazione

Saluto di Pasquale Ciccolo Procuratore Generale presso la Corte di cassazione

Interventi di Nicola Mazzamuto e Antonietta Fiorillo

17.45 Conferimento del titolo di socio d’onore del Conams a Francesco Maisto, Presidente emerito del Tribunale di sorveglianza di Bologna

8 ottobre 2016 ROMA HOTEL CHAMPAGNE GARDEN Sala conferenze

Via Vittorio Bachelet n. 4

9.00 Relazione introduttiva del Coordinatore Nicola Mazzamuto

9.30 Dibattito

12.00 Votazioni per il rinnovo delle cariche di Coordinatore e dei componenti del Comitato Esecutivo

13.00 Chiude i lavori il Coordinatore eletto.

E’ STATO INVITATO IL MINISTRO DELLA GIUSTIZIA On. ANDREA ORLANDO

all’esito dei lavori sono stati eletti dall’Assemblea per acclamazione:

Coordinatore Nazionale ANTONIETTA FIORILLO Presidente  del Tribunale di Sorveglianza di Firenze

Segretario  MARCELLO BORTOLATO  Magistrato di Sorveglianza di Padova

il comitato direttivo

Monica Amirante Magistrato di Sorveglianza di Napoli

Linda Arata Magistrato di Sorveglianza di Padova

Roberta Cossia Magistrato di Sorveglianza di Milano

Riccardo De Vito Magistrato di Sorveglianza di Nuoro

Fabio Gianfilippi Magistrato di Sorveglianza di Spoleto

Nicola Mazzamuto Presidente del Tribunale di Sorveglianza di Messina

Marco Puglia Magistrato di Sorveglianza di Santa Maria Capua Vetere

per visualizzare il resoconto dell’Assemblea cliccare sul seguente link

RESOCONTO Assemblea Conams 8-10-2016

PROPOSTE PER L’ATTUAZIONE DELLA DELEGA PENITENZIARIA

Considerata la particolare importanza e in vista dell’ormai prossima entrata in vigore, il 3 agosto p.v., della legge 23 giugno 2017 n. 103, abbiamo caricato sul nostro sito, per gentile concessione di Sapienza Università Editrice, il volume “Proposte per l’attuazione della delega penitenziaria” (a cura di Glauco Giostra e Pasquale Bronzo), in corso di pubblicazione. Vi sono raccolti alcuni contributi provenienti dall’accademia, dalla magistratura e dal mondo forense, che hanno elaborato ipotesi di modifica normativa di attuazione di uno o più criteri della delega contenuta nella legge 23 giugno 2017, n. 103 (c.d. Legge Orlando). L’opera intende offrire un prezioso punto di riferimento per il legislatore delegato e per il dibattito politico culturale sulla riforma in atto. I contributi sono suddivisi in schede. In ciascuna scheda l’Autore propone la modifica di una disposizione o di più disposizioni che ritiene appartenenti ad un medesimo plesso tematico. Per rendere di immediata evidenza l’interpolazione suggerita sono stati riportati sinotticamente il testo normativo vigente e il testo come risulterebbe se la modifica risultasse approvata, accompagnati da una breve relazione illustrativa. Le schede sono riunite per criteri di delega e ad ogni criterio è dedicata una sezione dell’opera.

Di seguito, l’elenco degli Autori che hanno collaborato al progetto: Rossano Adorno – Marcello Bortolato – Pasquale Bronzo – Lina Caraceni – Stefania Carnevale – Adolfo Ceretti – Laura Cesaris – Agata Ciavola – Donatello Cimadomo – Maria Grazia Coppetta – Girolamo Daraio – Angela Della Bella – Maria Lucia Di Bitonto – Fabio Fiorentin – Carlo Fiorio – Marco Gambardella – Gian Luigi Gatta – Mitja Gialuz – Fabio Gianfilippi – Patrizio Gonnella – Luigi Kalb – Grazia Mannozzi – Michele Passione – Antonino Pulvirenti – Paolo Renon – Fabrizio Siracusano – Paola Spagnolo – Daniele Vicoli.

Buona lettura!
Marcello Bortolato
Segretario del CONAMS

Cliccare sul seguente link

Proposte per l’attuazione della delega penitenziaria

02-img_6912_bortolato_alta-672x372
Marcello Bortolato Presidente del Tribunale di Sorveglianza di Firenze

Differimento pena per infermità psichica – ordinanza Tds Messina 28.2.2018

n un caso analogo in cui di recente la Cassazione ha giustamente sollevato questione di legittimità costituzionale ossia il caso di un soggetto affetto da grave infermità psichica incompatibile con il regime carcerario ed in espiazione di una pena superiore ad anni quattro , cui non erano applicabili ne’ l’art.146 perché malato non terminale , ne’ l’art. 147 perché affetto da infermità non fisica , ne’ l’art 47 ter lett.c) per il limite ostativo di pena, ne’ l’art.148 perché tacitamente abrogato, il TS di Messina condividendo le argomentazioni della Cassazione ha tuttavia imboccato una strada diversa per dare immediata tutela responsiva agli urgenti bisogni sanitari e specialpreventivi del soggetto , ossia quella della applicazione analogica costituzionalmente e convenzionalmente orientata degli artt. 147 cp e 47 ter comma1 ter, in quanto in bonam partem e riferentesi a norme non eccezionali anzi espressive di principi generali e del loro contemperamento (abstract di Nicola Mazzamuto).

cliccare sul link che segue per leggere il provvedimento in formato pdf

ORDINANZA TDS MESSINA 28.2.2018

Coordinamento Nazionale Magistrati di Sorveglianza

img_2720-672x372-1687647 assemblea, Comunicati del Conams, Seminari & Convegni In evidenza12 gennaio 2018 conams img_0066-7293555 assemblea, Seminari & Convegni In evidenza29 dicembre 2017 conams IN EVIDENZA img_0066-2-8717579 assemblea, Comunicati del Conams In evidenza27 dicembre 2017 conams 2da29f76-903a-4ae2-b9a7-1d6d61b42edc-672x372-5266319 In evidenza17 novembre 2017 conams

2da29f76-903a-4ae2-b9a7-1d6d61b42edc-7595728

NOTE DI REGIA

Nella filosofia greca il termine epochè stava ad indicare la sospensione avvertita come necessaria ogni qual volta non vi fossero sufficienti elementi per poter rendere un giudizio. L’epochè è, quindi, sospensione, una immaginaria stasi del pensiero giudicante che anela alla conoscenza prima ancora che al giudizio. La perfomance ha questo titolo perché custodisce, in primo luogo, un invito rivolto allo spettatore: quello di non affrettarsi a giudicare chi porta con sé il pesante marchio del carcere. L’invito ad ascoltare, attraverso l’universale linguaggio del teatro, chi si sente molto spesso inascoltato. Non a caso il teatro riesce a interrompere, sospendendolo, il normale flusso del tempo asservendolo ad un nuovo andamento ed è così che si resta, d’improvviso, sospesi. Questo reading è un progetto comune e condiviso: è la prima volta, nella esperienza italiana, che si esibiscono sullo stesso palco ed insieme magistrati di sorveglianza, detenuti, direttore ed operatori penitenziari, garante. È un viaggio nella evoluzione stessa del concetto di detenzione che passa attraverso le opere di Raffaele Viviani, Bob Dylan, Konstantinos Kavafis, Giorgio Gaber per raccontare cosa ha significato in passato e cosa oggi significhi l’esperienza carceraria. Questa performance racchiude un messaggio: siamo tutti attori, nessuno escluso, del destino della nostra società.

Solo esibendoci insieme, possiamo plasmarlo e modellarlo nel perseguimento del bene comune.

Links Utili

Ministero della Giustizia

Corte di Cassazione

Consiglio Superiore Magistratura

Scuola Superiore della Magistratura

Corte Costituzionale

Rassegna Penitenziaria

Associazione Italiana di Sociologia

Società Italiana Criminologia

Associazione Nazionale Magistrati

Associazione Italiana dei Costituzionalisti

Società Italiana di Psichiatria

Unione delle Camere Penali Italiane

Osservatorio della Giurisprudenza della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo

Sito Ufficiale Corte Europea dei Diritti dell’Uomo (English version)

Giurisprudenza CEDU

  • Il Due Palazzi di Padova è un patrimonio comune: un appello e tante adesioni 24 luglio 2017
  • Appello per la Casa di Reclusione “Due Palazzi” di Padova. Nuove adesioni e dichiarazioni 24 luglio 24 luglio 2017
  • Il Garante nazionale dei detenuti: “basta gettare fango sul Due Palazzi” 24 luglio 2017
  • Riforma del processo penale: novità immediate, differite e da attuare 24 luglio 2017
  • Riforma del processo penale. Dibattimento a distanza, da eccezione a regola 24 luglio 2017
  • Dibattimento a distanza. I dubbi costituzionali sull’estensione dell’istituto 24 luglio 2017
  • Dibattimento a distanza. La Cedu e le minori garanzie in tema di difesa 24 luglio 2017
  • Riforma del processo penale. Ricorsi per cassazione, l’intento è scoraggiare quelli “inutili” 24 luglio 2017
  • Un errore cambiare il reato di mafia 24 luglio 2017
  • Giustizia, arriva legge con aggravante per truffe agli anziani 24 luglio 2017
  • Indagini europee, difesa tutelata 24 luglio 2017

Coordinamento Nazionale Magistrati di Sorveglianza